O…che Bontà

Sinergia tra Comitato e Croce Rossa per diventare sempre più grandi

Il gusto prima di tutto. L’appuntamento è in piazza Monsignor Dughera: O…che Bontà, un vero e proprio salone a tinte gastronomiche, animerà la Sagra con una proposta culinaria da lasciare senza fiato. Un menù goloso, fatto di antipasto, primo, secondo, dolce, caratterizzato da prodotti tipici e di assoluta qualità che rappresentano il cuore pulsante della manifestazione, Il tutto sapientemente innaffiato da buon vino dell’Oltrepò Pavese. L’oca, grazie al suo salone, si gusta a 360 gradi, accompagnata dal meglio della produzione del territorio. La Sagra di Mortara ha un cuore, fatto di sapore e di qualità: energia, competenza e talento che si mettono a corteggiare il palato. Il risultato? Garantito, come solo il palmipede sa fare. Il salone O…che Bontà sarà aperto venerdì 27 e sabato 28 a cena e domenica 29, dalle ore 12 ad oltranza. Quest’anno poi l’organizzazione si arricchisce di un partner prestigioso e di una succosa novità. Oltre agli amici del Palio di Robbio, quest’anno la squadra di O…che Bontà si arricchirà con i volontari della Croce Rossa Italiana. Proprio così, Comitato Sagra e Cri uniranno le forze per dare ai visitatori della Sagra un servizio sempre migliore. La novità è invece rappresentata dalla multimedialità. Oltre ai profili social, in piazza Monsignor Dughera (che per tre giorni diventerà la piazza del Gusto) verrà allestito un maxi schermo sul quale scorreranno firmati dedicati all’oca e a come si cucina, con interviste ai protagonisti della Sagra.